Casalinghitudine

Quando la casalinghitudine con il suo misto di casalinga solitudine ti attanaglia, malgrado la tua volontà di sfuggire dagli stereotipati cliché dei telefilm anni 50 che ti vorrebbero felice e soddisfatta nel farti un mazzo tanto per rendere la tua umile dimora linda e pinta nella remota eventualità che qualcuno venga a fotografare il tuo appartamento per inserirlo nei “10 migliori monolocali in subaffitto, edizione 2011”, non c’è altro da fare che cullarsi in morbidi sogni di teflon.
La televisione ti ha infatti insegnato che da un momento all’altro potrebbe apparire Mister Muscolo dallo sciacquone del cesso pronto a farsi un giro nei tuoi luridi tubi per disincrostarli a titolo gratuito e restituirti la gioia di un gabinetto pulito al gusto di limone; sempre la cara e vecchia TV ti ha persuaso che se usi viakal il calcare s’ piglia appaur’ e se ne va ancor prima che apri il flacone e che, malissimo dovesse andare, ci sarà comunque un tuo coinquilino a caso a rimboccarsi le maniche al posto tuo nel disperato tentativo di evitare che la madre pensi che vive come un barbone.
Purtroppo però, devo ammettere che a me queste cose non sono ancora mai capitate… mai una volta che Mastro Lindo sia venuto a pulirmi la cucina, mai una volta che qualcuno mi abbia offerto 2 fustini al prezzo di uno, mai e dico mai che suor Germana abbia bussato alla mia porta per una raccolta fondi e, mentre io cercavo un po’ di spicci (monete di piccolo taglio, traduzione per i non indigeni), mi abbia preparato una parmigiana di melanzane.
Mai che Beppe Grillo mi abbia regalato l’energia pulita che produce in più dicendomi: vabbuò jaaa non t’a facc pavà a bullett! (non sono sicura che avrebbe detto proprio così) , mai che un gruppo di marmotte siano venute a piegarmi le magliette tralasciando per un attimo il loro duro lavoro nella fabbrica del cioccolato…
Quindi sono costretta a fare da me, applicando le mie scarse conoscenze di economia domestica, utilizzando creativi modi di nascondere lo sporco sotto i tappeti, strutturando nuove strategie contro gli acari (usualmente uso la dialettica per convincerli ad andare via).
Insomma mi arrangio ma nel mio cuore rimane viva la speranza che Mastro Lindo, con la sua carica di pulizia, venga a farmi visita al più presto.
Mastro Li’ se ci sei esci dal flacone!

 

Annunci

Informazioni su nicolesda

Seguace del divanismo culturale, fedele ai dettami dell'alfa privativa, ha come guide spirituali Ru Paul e Karen Walker. Scrive un blog al solo scopo di raggiungere un, del tutto improbabile, successo editoriale che le permetterà di realizzare il suo bieco sogno: lavorare un giorno a settimana (svegliandosi a mezzogiorno), perché c'è chi è nato per soffrire e chi, come lei, NO.
Questa voce è stata pubblicata in neorealismo. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Casalinghitudine

  1. anonimo ha detto:

    proprio ieri nonna mi ricordava che da piccola ti chiamavano Mastro Lindo…per la tua nn chioma bionda…e mi diceva che …quando sei nata tu…è nato anche lui!

  2. N1colesda ha detto:

    ma io ho sempre immaginato che ci fosse un segreto legame tra noi!

  3. mammadelcarmine ha detto:

    l’unica speranza è che venga a trovarti la mamma. Subito dopo sopravviene la maggiore desolazione, perchè ti accorgi che, nonostante la palestra, sei un flaccido “giovane”. Con forze sovrumane ed inarrestabili è capace di “scherecare” ogni punto della casa, anche quello più recondito che nemmeno pensavi esistesse e scova lo sporco più nascosto e azzeccoso. Ogni tentativo di dare un senso di apparente pulizia naufraga inesorabilmente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...