Archivi del mese: marzo 2011

Il mattino ha loro in bocca

La gente per bene, i lavoratori indefessi, i lavoratori fessi, le casalinghe infuriate e disgregate, i vecchi insonni appassionati di poliambulatori, i bambini indemoniati che si smandrappano fuori agli asili, tutti e dico tutti  finiscono per abbracciare il mattino, con … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Nella mia vita c’è troppo neorealismo – Volume II –

Considerato che la virtù sta miezz a via personalmente ho scelto un “luogo in movimento” facendomi abbagliare come una squaw con le perline dalla immane quantità di bar, bettole, multiculturalità e artisticità che albergano nel quartiere. Fin qui tutto bene … Continua a leggere

Pubblicato in neorealismo | 3 commenti

"Ismi"

Fra i vari "ismi" preferisco i fankazzismi

Pubblicato in riflessioni tra capo e collo | Lascia un commento

Nella mia vita c’è troppo neorealismo – Volume I –

  Quando si cresce nella convinzione che prima o poi diventerai un capitano d’azienda superstellato che lavora circa 15 minuti al giorno guadagnando quanto il PIL del Brasile e che passa il suo tempo  a gingillarsi nella sua casa mulino … Continua a leggere

Pubblicato in neorealismo | Lascia un commento

Autocombustione

Al prossimo "ce lo" vado in autocombustione…

Pubblicato in riflessioni tra capo e collo | Lascia un commento

Differenze di genere: le contorte equazioni mentali dell’universo femminile

La migliore definizione di differenza di genere l’ho sentita in età pre-adolescenziale per bocca di un illuminato professore di matematica. Il succitato matematico (grazie al quale non ho imparato, ed ho continuato a non imparare negli anni un emerita minchia … Continua a leggere

Pubblicato in d d donna | 4 commenti